Convento Farneto Perugia

Convento della Santissima Pietà del Farneto

Chiese e conventi
Località Colombella - 06134 Perugia (Perugia)

Concentrato di storia

Una piccola collina e il suo bosco di farnie (la specie di quercia che probabilmente dà il nome al luogo) ospitano questo convento donato a San Francesco dai benedettini nel 1218 e tutt’ora custode della vita dei Frati Minori dell’Umbria.

La calma e la serenità che qui si respirano dovevano piacere molto al santo di Assisi che viaggiò in lungo e in largo per l’Umbria, ma tornò spesso a pregare in questo convento, lasciandoci diversi segni della sua spiritualità.

Il convento che vediamo oggi è il risultato delle modifiche fatte dai secoli. I nuovi dormitori dei frati e le edicole lungo il viale furono costruiti nel Settecento, mentre la chiesa vicina, dedicata a Santa Maria della Santissima Pietà, è del 1600 e custodiva capolavori di importanti pittori umbri oggi sono conservati nella Galleria Nazionale dell’Umbria.

Ma il vero gioiello è la chiesetta nel bosco: piccola e ad una sola navata, era la preferita da San Francesco, che amava sostare qui in preghiera.


È Memorabile perché

Se si vogliono conoscere episodi curiosi della vita di San Francesco, questo convento ne può raccontare diversi.
Una leggenda vuole che il santo ordinò ad un frate di innaffiare un bastone piantato in terra per provare la sua fede. L’ubbidienza del frate diede i suoi frutti e il bastone crebbe diventando un imponente cipresso dalla forma insolita, del quale rimane oggi il tronco inaridito nella piazza del convento.

Un’altra storia invece ha come protagonista lo “scoglio di San Francesco”. Un giorno il santo, assorto in preghiera, venne incalzato dal demonio che voleva buttarlo giù per un fosso: per resistere alla tentazione, Francesco si aggrappò con tutta la sua forza ad un masso che al suo tocco si ammorbidì… lasciando impresse le mani e le ginocchia del santo.


Mappa del luogo