Panorama Umbertide Perugia

Al centro di Umbertide: due nomi per un’unica città

Dopo la visita a Mola Casanova, una sosta al centro di Umbertide è quasi d’obbligo. Nel X secolo nacque col nome di Fratta, forse a causa del terreno sul quale fu costruita la fortezza.
Nel XIX secolo, però, assunse l’odierna denominazione di Umbertide in onore del principe Umberto di Savoia.

Veduta della Rocca di Umbertide
Veduta della Rocca di Umbertide (Perugia – photo credit Raimondo Biscarini)
Il medioevo al centro

Il Tevere abbraccia da sempre questa città, che all’inizio si è  sviluppata nella zona più a nord, dove oggi troviamo bellezze architettoniche come la Rocca e la Collegiata.
La Rocca, simbolo di Umbertide, è del 1385 e dopo la sua antica funzione difensiva, oggi è un Centro per l’Arte Contemporanea dove si svolgono iniziative culturali e mostre.
La Collegiata, chiesa di S. Maria della Reggia del 1500, colpisce per la sua forma ottagonale e imponente, e custodisce al suo interno opere pittoriche di grande valore.

Centro storico di Umbertide
La Rocca e la Collegiata nel centro storico di Umbertide (Perugia – photo credit Raimondo Biscarini)
Passeggiare nel verde

Umbertide, però, non è solo storia e monumenti, ma anche lunghe passeggiate tra la natura e vicino al fiume Tevere.
Intorno alla Rocca, infatti, si trova il parco della Reggia realizzato proprio intorno all’omonimo torrente. Qui si può camminare e usufruire della pista ciclabile che arriva fino al fiume, nella zona del parco del “Lido Tevere”.
La spiaggia e le sdraio di una volta non ci sono più, ma il Lido è ora un’area verde con piste pedonali, ciclabili, spazi relax e una piazza dove svolgere spettacoli in estate.
Più a sud, nei pressi degli impianti sportivi, si trova il grande parco-pineta Ranieri che contiene:

  • un teatro all’aperto
  • un chiosco per pranzare e riposarsi
  • la Pineta Ranieri (quasi 50.000 mq)
  • un percorso verde attrezzato con stazioni per gli esercizi fisici
  • campi da bocce
  • un parco giochi per bambini

Davvero un’esperienza inaspettata vivere questa città, un connubio tra antico e moderno racchiuso dal corso del Tevere.
Nel mese di Settembre, poi, non potete assolutamente perdere la festa in costume “Fratta nell’800”: spettacoli, rievocazioni, taverne e menù, tutto rigorosamente ambientato in quest’epoca.

Intanto continuo la mia passeggiata a Umbertide…in attesa dei vostri commenti su questa bellissima città!

 

 

 

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *