Polittico nella chiesa di San Costanzo

San Costanzo: l’occhiolino e il torcolo

San Costanzo e il torcolo…una tradizione che, a Perugia, si ripete da anni; ma forse non tutti sanno quello che sto per raccontarvi.
Una storia curiosa, tramandata di famiglia in famiglia, narra che ogni 29 gennaio (durante i festeggiamenti per il santo, primo vescovo di Perugia), le ragazze nubili si rechino alla chiesa di San Costanzo per capire se si sposeranno o no entro l’anno.

Facciata della chiesa di San Costanzo
Facciata della chiesa di San Costanzo – Perugia (autore foto Lumen Roma, fonte Wikipedia)

E come fanno a saperlo? Chiederete voi. Non si tratta di magia, ma di un semplice gioco di luci. Infatti, osservando la figura del santo all’interno della chiesa, sembra proprio che egli strizzi l’occhiolino.

Se poi le giovani donzelle se ne accorgono allora è fatta: quello è il segno che le nozze ci saranno.

Interno chiesa di San Costanzo Perugia
Interno della chiesa di San Costanzo – Perugia (autore foto Lumen Roma, fonte Wikipedia)

Invece, se la luce non sarà dalla loro parte, ogni fidanzato regalerà un “dolce” pensiero alla sua amata: il torcolo, appunto, di San Costanzo.

Torcolo di San Costanzo Perugia
Il tradizionale torcolo di San Costanzo (Perugia)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *